Anatomia e Fisiologia | Salute Pavimento Pelvico

Anatomia e Fisiologia del pavimento pelvico

Il pavimento pelvico ha una struttura muscolare complessa, organizzata in più strati disposti trasversalmente, longitudinalmente e diagonalmente. Tali muscoli sono intrinsecamente legati agli organi addominali (vescica, intestino retto e utero) ed influenzano la postura e la stabilità del corpo, la respirazione e, non da ultimo, la sessualità.

Oltre ad essere “nascosti“ alla vista e alla percezione, i muscoli del pavimento pelvico spesso sono anche poco tonici a causa di molti fattori quali:

  •  età
  • sedentarietà
  • gravidanza
  • parto
  • menopausa
  • sforzo fisico
  • drastica perdita o aumento di peso

Per allenare il pavimento pelvico è utile possedere alcune nozioni di base sulla sua struttura e sulla sua funzione.

Tre straordinari strati muscolari: l’otto, il  triangolo ed il ventaglio

Il pavimento pelvico è costituito da tre strati muscolari:

Lo strato esterno ha la forma di un otto allungato e circonda, sostenendoli, lo sfintere anale, l‘apertura uretrale e quella vaginale. Le fibre muscolari di questo strato si sviluppano dalla parte anteriore (pube) a quella posteriore (coccige). La tonicità di questo strato è fondamentale per la continenza, poiché chiude gli sfinteri esterni. Quando è in salute mantiene le pareti vaginali accostate come le ali di una farfalla.

Lo strato intermedio, chiamato anche diaframma uro-genitale, è a forma di triangolo e costituisce la parte anteriore del pavimento pelvico, si sviluppa in diagonale rispetto agli altri due strati e sostiene l’uretra, la vescica e la parete vaginale anteriore nella loro giusta posizione, come una vela tesa al vento. Collega le tuberosità ischiatiche all‘altezza dell‘intestino, ovvero nell‘area tra ano e genitali e si ancora poi all’arco pubico.

Lo strato interno, o diaframma pelvico, è a forma di ventaglio e ricopre tutta la parete interna del pavimento pelvico. Esso si apre, come una ciotola formata da muscoli, dalla schiena e dal coccige fino ai lati del bacino. I muscoli formano una V al cui centro vi sono lo sfintere anale, l‘apertura uretrale e quella vaginale. Il muscolo maggiore di questo strato è l’elevatore dell‘ano e la parte pubo-coccigea è come un’amaca che sostiene il retto, l’ano interno e le parete posteriore della vagina. Se tonico questo strato spinge anche lo strato intermedio verso l’alto contribuendo così al sostegno della vescica.

Un sistema unitario, ingegnoso intreccio di muscoli volontari ed involontari.

È importante sapere che i muscoli del pavimento pelvico, attraversati da uretra vagina ed ano, rappresentano un sistema unitario di supporto degli organi pelvici: i gruppi di muscoli del pavimento pelvico sono infatti collegati tra loro mediante fibre muscolari e plessi nervosi e convergono tutti nel centro tendineo del perineo che è l’area tra la vagina e l’ano.
Il pavimento pelvico è dunque un ingegnoso intreccio di muscoli volontari ed involontari, legamenti e fasce.

Esercizi per la tonificazione del Pavimento pelvico e MEDIballs®Secret

Per allenare i muscoli volontari del pavimento pelvico il ginecologo americano Arnold Kegel elaborò negli anni ’40 una serie di esercizi che consistono essenzialmente nella contrazione e nella de-contrazione volontaria dei muscoli vaginali cioè quelli utilizzati per trattenere la pipì. Eseguiti con impegno quotidiano, negli ultimi tempi in associazione a pratiche come lo yoga e il pilates, sono tuttora un metodo efficace per fortificare il pavimento pelvico.

Molte donne che iniziano ad allenarsi solo con gli esercizi di Kegel sostengono però di avere molte difficoltà ad individuare ed attivare i muscoli pelvici e che il lungo tempo di impegno e dedizione richiesto è talvolta frustrante. Per sviluppare una maggiore consapevolezza del pavimento pelvico e imparare a “sentirlo“ nel giro di breve tempo sempre più operatori del settore – ginecologi, ostetriche, fisioterapisti e trainer – consigliano l’uso dei coni o delle più economiche, ma non meno efficaci, palline vaginali. Questi dispositivi medici sono inoltre particolarmente indicati per tonificare la muscolatura passiva ovvero i muscoli involontari, che di fatto costituiscono la maggior parte della struttura del pavimento pelvico.

Le palline vaginali MEDIballs® Secret, sono un dispositivo medico ideato per allenare i muscoli del pavimento pelvico. Quando cominci ad usarle ed i muscoli del tuo pavimento pelvico non sono ancora allenati, le MEDIballs® Secret lavorano su un processo di “biofeedback” – un processo dovuto ad una reazione muscolare. Ogni pallina contiene un peso che reagisce ai movimenti del tuo corpo. Grazie al loro peso e alla loro forma, le palline vaginali MEDIballs® Secret cercano di scivolare fuori e i muscoli del tuo pavimento pelvico cercano di evitarlo. Le contrazioni che sono stimolate durante l‘utilizzo possono essere paragonate agli allenamenti con i pesi. Inoltre le palline contenute all‘interno delle MEDIballs® Secret ad ogni movimento oscillano contro la parete esterna. Grazie ad un innovativo ed integrato “effetto trampolino” si sviluppano delicate “vibrazioni cinetiche” che stimolano i tuoi muscoli pelvici a contrarsi e rilassarsi.

Per una tonicità ottimale

Possiamo dunque concludere che gli esercizi per il pavimento pelvico (Kegel più movimento, yoga, pilates, etc.) in associazione all’uso delle palline vaginali consentono di ottenere una tonicità ottimale in quanto vengono allenati contemporaneamente sia i muscoli volontari che i muscoli involontari.
A tal fine in ogni confezione di MEDIballs® Secret è contenuto un libretto di istruzioni con 37 esercizi illustrati, che aiuterà a perseguire grandi risultati in brevissimo tempo.

La bella notizia è che non è mai troppo presto o troppo tardi per iniziare a fare gli esercizi il pavimento pelvico!

Buon Training a tutte!

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress